IN CINETECA QUESTA SETTIMANA:

Mercoledì 11: UN FILM DI PETER CHELSOM per la rassegna “Sguardi sulla scuola” del MCE

Giovedì 12: UN FILM DI WIM WENDERS SULLE ORIGINI DEL CINEMA per la rassegna “Spazi Naviganti”

Venerdì 13 ore 17.00: UN FILM DI BUSTER KEATON SULLE ORIGINI DEL CINEMA per la rassegna “Spazi Naviganti

Venerdì 13 ore19.00: UN LIBRO E FILM SU LOVECRAFT per la rassegna “Libri & Cinema”

 

ATTENZIONE: IN ALLEGATO ALLA PRESENTE EMAIL TROVATE UN COUPON:

SE LO STAMPATE E LO PRESENTATE IN BIGLIETTERIA POTRETE AVERE LO SCONTO DEL 50% (10€ ANZICHÉ 20€)

SUL PREZZO DEL BIGLIETTO DELLO SPETTACOLO DEL TEATRO STABILE DI QUESTA SETTIMANA:

CINEMA!

regia Beppe Navello

 Teatro Massimo 14 marzo ore 21.00 15 marzo ore 19.00

Produzione Teatr ŚLąSki - Katowice, Fondazione Teatro Piemonte Europa

con Natalia Jesionowska, Wiesław Kupczak, Bogumiła Murzynska, Agnieszka Radzikowska, Mateusz Znaniecki

Società Umanitaria Cineteca Sarda di Cagliari

Newsletter - Appuntamenti

Viale Trieste 118/126 - tel. 070278630 - 070280367

Email: cinetecasarda@gmail.com - Sito: www.lacinetecasarda.it

 

Mercoledì 11 marzo 2015

Ore 20.00

Cineteca Sarda

Viale Trieste 126 - Cagliari

MCE Movimento di Cooperazione Educativa della Sardegna presenta

SGUARDI SULLA SCUOLA

 

Mercoledì 11 marzo 2015

Cineteca Sarda, ore 20.00

 

BASTA GUARDARE IL CIELOdi Peter Chelsom

(The Mighty, Usa, 1998)

Kevin è un ragazzo di costituzione molto esile affetto da una malattia chiamata Sindrome di Morquio, ma con straordinaria intelligenza. Max al contrario, è un ragazzo di corporatura massiccia, timido e con una grave difficoltà a socializzare, il che lo rende facile bersaglio degli altri ragazzi del quartiere e anche perché suo padre è in galera per aver ucciso la madre di Max. L'amicizia che unirà Kevin e Max quando si troveranno ad essere vicini di casa, li farà diventare inseparabili. Compiono diverse gesti,come recuperare la borsetta di una signora dalle fogne, ma quando l'oggetto viene portato alla legittima proprietaria, Max scopre che quest'ultima è la moglie del compagno di cella di suo padre. Insieme diventano imbattibili, nulla potrà dividerli, ispirati soprattutto dalla storia di re Artù e dei suoi cavalieri. Intanto il padre di Max,(appena uscito di prigione), rapisce suo figlio e Kevin riesce a scoprire il nascondiglio del padre facendo chiamare la polizia da una bambina. Kevin riesce a rimettere in galera il padre di Max. In seguito Kevin muore (gli organi interni erano diventati troppo grandi per il suo corpo, se non fosse morto avrebbe potuto fare un trapianto di organi per guarire in un laboratorio, almeno questo è ciò che gli hanno fatto credere perché era tutta una bugia), la madre si trasferisce e Max decide di scrivere il libro che racconta della sua amicizia con Kevin..

 

Ingresso libero

 

Giovedì 12 marzo 2015

Ore 20.00

Cineteca Sarda

Viale Trieste 126 - Cagliari

Teatro Stabile della Sardegna e

Società Umanitaria - Cineteca Sarda presentano

FRA TEATRO E CINEMA: SPAZI NAVIGANTI

 

Giovedì 12 marzo 2015

Cineteca Sarda, ore 20.00

 

I FRATELLI SKLADANOWSKY

(Die Gebrüder Skladanowsky) di Wim Wenders, Germania 1996

Soggetto e Sceneggiatura: Sebastian Andrae, Henrick Heckmann, Veit Helmer, German Kral, Barbara Rohm, Alina Theodorescu, Wim Wenders • Fotografia: Jürgen Jürges • Montaggio: Peter Przygodda • Musiche: Laurent Petitgand, Sabine Andert, Ulrich Bartel, Marco Birkner, Michael Krayer, Jörg Straßburger • Scenografia: Andreas H. Schroll, Michael Wildt, Birgit Dunkel, Kaspar Falkenroth, Axel Garbrecht, Susanne Grossart, Klaudia Gössel, Lali Kovacz, Bodo Lang, Marco Miniersky, Mauro Podini • Interpreti: Udo Kier, Otto Kuhnke, Nadine Buettner, Christoph Merg • Produzione: Veit Helmer, Wolfgang Längsfeld • Durata: 79′

A Berlino, il primo novembre 1895, i fratelli Skaladanowsky effettuano la prima proiezione cinematografica mondiale per un pubblico pagante, quasi due mesi prima dei fratelli Lumiere. Inventarono infatti il Bioskop, un proiettore che sfruttava due nastri di pellicola 53 mm, i fotogrammi dei quali venivano proiettati alternativamente. La complessità tecnica e l’ingombro del Bioskop vennero surclassati dalla superiorità del cinematografo Lumiere.

I fratelli Skladanowsky è un film che si sviluppa in due tempi ed in due modi differenti. Il film alterna infatti momenti di finzione (relativi agli anni di attività dei fratelli), girati con un cinematografo a manovella, e realizzati con minuzia esattamente come se fosse un film delle origini (riprese fisse, recitazione enfatica, gag slapstick, musiche che richiamo quelle produzioni), ad interviste dell’ultima figlia di Max Skladanowsky, un’allegra novantenne che spiega tutti i numerosi brevetti, mai venduti, di suo padre. Secondo la sua testimonianza suo padre riuscì a precedere molte innovazioni tecniche relative a cinema e fotografia, come se quei mesi di vantaggio sulla ripresa e sulla proiezione avessero accelerato ogni altra sua invenzione. Ad esempio mostra una sorta di antenato fotografico del Technicolor, cioè tre negativi emulsionati in giallo, rosso e blu che sovrapposti mostrano l’immagine a colori.

 

Nell’ambito della collaborazione tra Cineteca Sarda e Teatro Stabile della Sardegna la rassegna “Fra Teatro e Cinema: Spazi Navigantipropone dei film che dialogano a distanza più o meno ravvicinata con gli spettacoli teatrali che fanno parte del cartellone del Teatro Stabile della Sardegna nella stagione 2014-2015.

 

Ingresso libero

 

Venerdì 13 marzo 2015

Ore 17.00

Sala polivalente Teatro Massimo

Via De Magistris 12 - Cagliari

Teatro Stabile della Sardegna e

Società Umanitaria - Cineteca Sarda presentano

FRA TEATRO E CINEMA: SPAZI NAVIGANTI

 

Venerdì 13 marzo 2015

Sala polivalente Teatro Massimo - ore 17.00: proiezione del film

 

IL CAMERAMAN

(The Cameraman) di Buster Keaton, USA 1928

Sceneggiatura: Clyde Bruckman, Lew Lipton • Fotografia: Reggie Lanning, Elgin Lessley • Montaggio: Hugh Wynn • Didascalie: Joseph Farnham • Interpreti: Buster Keaton, Marceline Day, Harold Goodwin • Produttori: Buster Keaton, Lawrence Weingarten • Produzione: Metro-Goldwyn-Mayer • Durata: 67′

Primo lungometraggio prodotto da Keaton dopo il suo passaggio alla Mgm, è uno dei capolavori della sua carriera: riprendendo il tema del cinema e dei suoi rapporti con la realtà (già al centro di "La palla numero 13"), il film ne approfondisce alcuni aspetti (Keaton davanti alla cinepresa che gioca da solo tutti i ruoli di una partita di baseball arrivando a riempire uno stadio vuoto) fino ad ad affrontare il nodo centrale della sua riflessione nelle scene in cui è soffocato da una folla che non riesce mai a controllare, nemmeno con la macchina da presa. Esilarante la satira del mondo del cinema, del quale mette a confronto le due tendenze estreme: l'avanguardia più intellettualistica (i primi filmati che mostra, con le loro sovrimpressioni, sembrano uscire da un film di Dziga Vertov) e il racconto più tradizionale (tanto tradizionale da poter essere filmato da una scimmia).

 

Nell’ambito della collaborazione tra Cineteca Sarda e Teatro Stabile della Sardegna la rassegna “Fra Teatro e Cinema: Spazi Navigantipropone dei film che dialogano a distanza più o meno ravvicinata con gli spettacoli teatrali che fanno parte del cartellone del Teatro Stabile della Sardegna nella stagione 2014-2015.

 

Ingresso libero

 

Venerdì 13 marzo 2015

Ore 19.00

Cineteca Sarda

Viale Trieste 126 - Cagliari

La Società Umanitaria - Cineteca Sarda di Cagliari presenta

LIBRI & CINEMA

Lo sguardo e la lettura: punti di vista e pagine scritte a confronto

Ciclo di presentazioni di libri e film

 

Venerdì 13 marzo 2015

Cineteca Sarda, ore 19.00

 

Presentazione del libro

LOVECRAFT ZERO DI HOWARD P. LOVECRAFT

a cura di Massimo Spiga (Ed. Arkadia, 2014)

Presentazione a cura di Roberto Randaccio

 

Ore 20.30 proiezione del film

THE CALL OF CTHULHU di Andrew Leman (Usa 2005)

 

Ingresso libero

 

Promosso da Regione Autonoma della Sardegna - Ufficio Beni Librari, biblioteca e archivio storico regionale e dal Servizio Audiovisivi Provinciale - Biblioteca provinciale di Cagliari

In collaborazione con: Istituto Gramsci della Sardegna; Cineclub Fedic di Cagliari; Casa Natale Gramsci di Ales; Società di Sant’Anna

 

 

       

 

 

Documenti allegati

Coupon sconto

Centro servizi culturali Società Umanitaria - Viale Trieste 118, 126 - Cagliari - Tel. 070 278630 - cinetecasarda@umanitaria.it