Non c′è impresa più ardua del decidere quale sia il film della propria vita! Eppure è esattamente questo il premio (o punizione!) per coloro che hanno vinto la seconda edizione del nostro CineQuiz!

Luisa CutzuMarta Meloni e Alberta RaccisFrancesca SannaLaura SerraEmiliano Serreli - accanite/o cinéphiles - presenteranno in Cineteca il film che amano di più, quello che ha segnato più profondamente il loro personale rapporto con il cinema, perché legato a una fase importante della vita, o perché capace più di altri di influenzare il modo in cui viene percepita la realtà (cinematografica); il film che non invecchia o invecchia bene, da vedere e rivedere, ogni volta con rinnovato piacere.

Noi spettatori avremo l′occasione di rinfrescare la conoscenza di 5 capolavori del cinema, in lingua originale con sottotitoli in italiano, e di ascoltare le ragioni (e le emozioni) che hanno motivato la scelta delle nostre/o cinéphiles.

Ecco il programma:

> 4 ottobre, ore 20
Mulholland Drive
(David Lynch, 2001, 145′)
presentazione a cura di Emiliano Serreli

> 11 ottobre, ore 20
L′estate di Kikujiro
(Takeshi Kitano, 1999, 116′)
presentazione a cura di Marta Meloni e Alberta Raccis

> 18 ottobre, ore 20
Nodo alla gola 
(Alfred Hitchcock, 1948, 77′)
presentazione a cura di Laura Serra

> 25 ottobre, ore 20
Stories We Tell
(Sarah Polley, 2012, 108′)
presentazione a cura di Luisa Cutzu

> 8 novembre, ore 20
I 400 colpi
(François Truffaut, 1959, 93′)
presentazione a cura di Francesca Sanna

L′ingresso è libero e gratuito.
Vi aspettiamo!

"Lo spettacolo cinematografico è qualcosa che sale, la vita qualcosa che discende e, se si accetta questo punto di vista, si dirà che lo spettacolo compie una missione di menzogna, ma che i più grandi uomini di spettacolo sono quelli che riescono a non cadere nella menzogna e che fanno accettare al pubblico la loro verità senza tuttavia contravvenire alla legge ascendente dello spettacolo. Sono quelli che fanno accettare la loro verità e anche la loro follia; perché non bisogna dimenticare che un artista deve imporre la sua follia particolare a spettatori meno folli di lui o folli in modo diverso".


François Truffaut, "I film della mia vita"

Centro servizi culturali Società Umanitaria - Viale Trieste 118, 126 - Cagliari - Tel. 070 278630 - cinetecasarda@umanitaria.it