RealtÓ del costume

La Sardegna - dice la voce over - è una terra "strana e affascinante, un paese della fantasia che si ricorda per gli aspri paesaggi, le vaste solitudini, i desolati silenzi". Ma oltre la natura aspetti culturali emergono con forza. Fra questi costumi tradizionali, che sono l'espressione "di una realtà umana e sociale particolare, maturatasi nel tempo". Ogni località dell'Isola ha il suo costume, ma dove questo si mantiene più legato alla tradizione è nei paesi meno toccati dai processi di trasformazione: le zone montuose del centro. Qui l'abbigliamento tradizionale, che è usato quotidianiamente, unisce gli appartenenti alla comunità distinguendoli anche visivamente da quelli di altri paesi. Il film si sofferma a osservare alcuni dei costumi tradizionali più significativi: Desulo,Aritzo, Buschi, Samugheo.

Oltre all'abbigliamento di ogni giorno esiste un costume di gala che viene portato nelle occasioni importanti e che s può avere occasione di vedere in sagre come quella del Redentore a Nuoro.

La fotografia è particolarmente curata e, come nota Gianni Olla, risente di suggestioni compositive di natura pittorica in particolare del segno di Biasi.

La musica di Porrino rielabora motivi della tradizione popolare sarda, in particolare dei balli sardi.

 

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda