Villasimius. Polinesia del Mediterraneo

I colori di Villasimius, che si aprono nel blu del mare, presentano scenari incantevoli che -da Simius, Timiana, Noteri e Cala Caterina- esprimono la bellezza e il fascino di questa particolare zona della Sardegna. Le numerose panoramiche e gli scenari -arricchiti dal commento della voce fuori campo- presentano, attraverso scorci mozzafiato, calette nascoste, rocce scolpite dal vento, natura avvolgente e le isole di Serpentara e dei Cavoli, un itinerario perfetto in cui divertimento e relax trovano una perfetta simbiosi. Villasimius, fondata nel 1922, prese il posto dell'antica città di Carbonara -di cui resta il fortino di Torre Vecchia- e accoglie ancora numerose specie animali tra cui gabbiani, cormorani, aironi e cicogne, che popolano questi luoghi confortevoli. La natura che avvolge il paesaggio marittimo sprigionando dolci profumi, i fondali marini e la vita semplice dei pescatori, rendono questo piccolo paesino da percorrere a piedi particolarmente ideale per vivere momenti di libertà e benessere. Luogo capace di donare pace e serenità, che regala anche momenti di allegria e spensieratezza con l'animazione serale del paese abbracciando musica e danze moderne, non dimentica il fascino del folclore e della tradizione, che rivive soprattutto nell'artigianato locale e nella storia rimasta ferma e intatta a 3000 anni fa ma ancora capace di stupire e affascinare.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda