Villasimius. L'area marina protetta. Capo Carbonara

Dell'affascinante area protetta dell'Isola di Serpentara, che conserva la sua natura intima e selvaggia, vengono mostrati suggestivi scorci commentati dalla voce fuori campo. La vegetazione rigogliosa e la costa alta e rocciosa di tipo granitico, il mare cristallino e i tre grossi scogli che emergono dal mare, sui quali nidificano i cormorani, caratterizzano questa estesa area. L'area marina di Capo Carbonara comprende infatti, oltre all'Isola di Serpentara e quella dei Cavoli, una vasta zona di Villasimius. L'Isola dei Cavoli, di facile approdo, conserva il faro, un tempo governato dagli uomini, e alcune strutture ormai abbandonate. Il suo nome pare derivi dalla particolare abbondanza del cavolo selvatico oppure dei granchi. Nei fondali trasparenti di questa zona di riserva è stata rinvenuta anni fa la famosa statua in granito di Pinuccio Sciola che riproduce la Madonna. Proprio gli incantevoli fondali marini, che ospitano numerose specie animali, tra cui varie specie di seppie, e relitti di epoche diverse, costituiscono un richiamo per gli appassionati. Numerose le torri costiere di origine spagnola che dominano questa zona e in modo particolare la Fortezza Vecchia sul promontorio dinanzi al golfo di Carbonara. Di recente il nuovissimo porto di Villasimius ha dato un notevole impulso all'industria turistica, facendo di questa zona una delle più famose e rinomate della Sardegna che vanta per il futuro altre possibilità di sviluppo e ricchezza.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda