Un Papa tra i minatori

Il film documenta la visita di Papa Giovanni Paolo II a Iglesias il 18 ottobre 1985. La città, in occasione dell'evento, cambia volto: sono asfaltate le strade, ripuliti i muri. Dopo una carrellata di immagini sulle chiese cittadine viene inquadrato il Papa, a piedi, in mezzo alla folla, separati solo da una fila di transenne. Il primo incontro avviene alla Monteponi, dove un minatore prima, il presidente dell'ENI e infine lo stesso pontefice parlano dell'importanza del lavoro operaio della società, ognuno dal proprio punto di vista. Al termine dell'incontro il pontefice, primo papa nella storia -se si eccettua San Ponziano, condannato "ad metalla" nel III secolo dall'imperatore romano- scende a 400 metri di profondità, e benedice la Madonna nella sala delle pompe idrauliche. Dopo l'incontro coi lavoratori e la discesa in miniera, il Papa incontra i fedeli al Campo Sportivo del Cuore Immacolato, dove celebra la messa davanti a quarantamila persone. In questa occasione, il vescovo di Iglesias, Giovanni Cogoni, descrive l'evento come "memorabile", mentre il sindaco di Iglesias Paolo Fogu, ricorda la storia millenaria di Iglesias "sintesi dell'intera Sardegna". Infine il Papa saluta sacerdoti, religiosi e laici; sulle parole del Papa, scorrono diverse immagini di chiese e riti iglesienti.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda