In viaggio con Lawrence

Nel gennaio del 1921 lo scrittore inglese David H. Lawrence e la moglie Frieda, intrapresero un lungo viaggio in treno alla scoperta delle zone interne della Sardegna. La partenza da Mandas, sulla scomoda vettura di terza classe delle Ferrovie Secondarie della Sardegna, costituì solo la prima tappa di un itinerario inconsueto e non programmato, che al ritorno in Inghilterra, ispirò il celebre libro "Sea and Sardinia" frutto delle impressioni e dei ricordi della coppia. Durante il tragitto, i due passeggeri ebbero modo di ammirare i paesaggi ancora incontaminati e osservare con curiosità gli altri compagni di viaggio: le donne con i loro tradizionali abiti colorati e il contegno severo degli uomini. Attraversando le campagne del Sarcidano, la Barbagia di Belvì e il Mandrolisai, con un susseguirsi di soste tecniche per il rifornimento delle caldaie e la lubrificazione degli ingranaggi, i due stranieri poterono compiere brevi perlustrazioni lungo le stazioni intermedie. Ecco scorrere davanti ai loro occhi, l'imponente nuraghe di Is Paras presso Isili, i ripidi ponti, le alte pareti rocciose in prossimità di Nurallao, la stazione di Laconi dove ristorarsi, l'interminabile galleria di S'Arcu scavata nella roccia prospiciente la vallata di Aritzo. All'imbrunire, la locomotiva raggiunse finalmente Sorgono, il capolinea di un percorso attraverso un'isola selvaggia e misteriosa, sconosciuta ai più, visibile solo attraverso i finestrini anneriti del trenino a vapore.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda