Carbonia: il nome, la storia, un museo possibile

Il documentario analizza la possibile apertura di un ecomuseo a Carbonia. La storia mineraria e operaia del Sulcis, sostiene l'antropologo Pietro Clemente, è importante non solo per la Sardegna, ma per l'Italia, sia per i profondi significati storici e culturali, sia per il valore in sé del territorio come preziosa testimonianza di archeologia industriale. Di questo progetto dovrebbe esser parte la realizzazione di un centro di documentazione e di riferimento per la discussione della memoria storica che farebbe di Carbonia una capitale della memoria.

data uscita: 1998

paese: Italia

genere: Documentario

produzione: SocietÓ Umanitaria, Centro Audiovisivi (Carbonia)

formato: VHS

durata: 18' 54''

sonoro: SONORO

titoli di testa:

Regia: Antonello Loi

Ideazione e sceneggiatura: Salvatore Figus

Partecipanti: Pietro Clemente (Università La Sapienza, Roma), Thierry Veyron (conservatore del museo Le Couriot), Yves Bouveret (Università Jean Monnet)

Produzione: Società Umanitaria, Centro Audiovisivi (Carbonia)

Origine: Italia

Anno: 1998

Operatori r.v.m.: Loriana Alois, Antonello Loi, Francesca Mascia, Sandro UsaiModellazione e 3D Animation: Alessandro Melis

Image processing e Post-produzione: Paolo Serra

Disegni Coloring e Animazione 2D: Ruggero Soru

Post-produzione 2D: Carlo Pirchio, Paolo Serra, Ruggero Soru

Assistente alla regia: Francesca Mascia

Fonico: Loredana Alois

Titolazione: Riccardo Podda, Paola Serra

Credits:
Figus Salvatore (ideazione e sceneggiatura); Loi Antonello (regia);

 

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda