Un Sogno rossobl¨ - 11. 1997-2000 Arriva Ventura ed Ŕ di nuovo A. L'amaro ritorno di Tabarez e Ulivieri

L'undicesima parte della storia della Società Calcistica Cagliaritana ripercorre, attraverso filmati, interviste e resoconti dettagliati degli incontri di campionato, l'andamento di due stagioni, dalla promozione in A nel 1998, alla retrocessione in B nel 1999. Nell'arco di due brevi stagioni numerosi giocatori e diversi allenatori si alternano tra gli alti e bassi della squadra. Il filmato si apre con un'intervista a Giampiero Ventura, tecnico chiamato dal presidente Massimo Cellino nel campionato 1997/98, per riportare la squadra in serie A. I risultati confermano le scelte, e la squadra, dopo un buon campionato, ottiene la promozione in serie A. Tra le tante immagini, quelle dell'arrivo di Giovanni Trapattoni, protagonista di una pessima esperienza nel Cagliari qualche anno addietro, in ritiro in Sardegna con il Bayer Monaco. Le operazioni di calcio mercato gestite dal direttore sportivo Luciano Serra, integrano nella formazione giocatori come Patrik Mbomà, Diego Lopez, Jonathan Zebinà, e, in prestito dall'Inter, Mohammed Kallon. L'avvio del campionato 1998/99 è sorprendente, e trovano conferme le scelte estive dei giocatori. Ma nonostante un primo buon andamento complessivo, la squadra tra alti e bassi si ritrova al limite della zona retrocessione. Ventura è sostituito dal tecnico uruguaiano Oscar W. Tabarez, deluso da una stagione priva di risultati con il Milan; in squadra arrivano David Suazo e Jason Maielè, mentre Roberto Muzzi, terzo cannoniere assoluto della squadra dopo Oliveira e Riva, è ceduto all'Udinese. Con l'arrivo di Tabarez la situazione non migliora, e presto Cellino, insoddisfatto dell'andamento della squadra, lo sostituisce con Renzo Ulivieri. Pur ottenendo la qualifica in semifinale per la Coppa Italia, il Cagliari è destinato a retrocedere dopo aver raggiunto il terz'ultimo posto in classifica. Ulivieri è profondamente amareggiato per non aver mai ottenuto risultati veramente positivi a Cagliari, e quindi sostituito, per la stagione successiva, da Gianfranco Bellotto, ex allenatore del Treviso.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda