Un Sogno rossobl¨ - 9. 1993-1995 Da Giorgi a Tabarez il Cagliari protagonista in Europa e in campionato

Nona parte di una serie dedicata alla storia della società cagliaritana di calcio, il documentario raccoglie filmati, interviste e resoconti dettagliati delle gare di campionato, per ricostruire, con l'ausilio di una voce fuori campo, le vicende di un triennio che ha visto una brillante partecipazione in Coppa Uefa e sperimentato la teoria calcistica di Oscar W. Tabarez, fino all'arrivo di Giovanni Trapattoni. In apertura un intervista a Carlo Mazzone, il tecnico che ha appena abbandonato la squadra, dove valuta positivamente il suo successore Gigi Radice. Il cambio di proprietà della società dagli Orrù a Massimo Cellino, comporta alcune ristrutturazioni interne del personale organizzativo: Carmine Longo abbandona lamentando una scarsa autonomia decisionale nelle scelte di mercato, ed è sostituito da Sandro Vitali; subentra come nuovo direttore generale Alberto Pappalardo, mentre Cellino cura personalmente la campagna acquisti. Tra i nuovi calciatori figurano Fiori, Allegri e Dely Valdes, mentre lasciano la squadra Mario Ielpo, Ginaluca Festa ed Enzo Francescoli. A causa di una malriuscita applicazione delle tattiche di gioco, Radice è quasi immediatamente sostituito con Bruno Giorgi all'inizio del campionato 1993/94. Del 1993 è l'esordio in Coppa Uefa contro la squadra rumena Dinamo Bucarest. Il Cagliari supera con successo i primi turni di coppa, così come buono è l'andamento del campionato, segnando i goal in tutte le prime tredici partite. Da segnalare la partita di coppa in Belgio, dove accorrono tutti gli emigrati sardi e si fa festa nei circoli per la vittoria, e la trasferta in Turchia. La Coppa Uefa, dopo la vittoria in semifinale contro la Juventus, si conclude tristemente nella finale con l'Inter. Una sconfitta che si ripercuote sui risultati di campionato, scarsi per una squadra senza più stimoli. Intanto Cellino comincia a pensare a Oscar Washington Tabarez, tecnico di Montevideo e teorico del calcio totale, che approderà a Cagliari nel 1994. Durante la pausa estiva lasciano Gianfranco Matteoli e Moriero, prima della preparazione di precampionato al Poetto e poi a Vipiteno in Alto Adige. Tra i tifosi serpeggia il malcontento per le scelte della società, finché non giungono i buoni risultati nel campionato 1994/95, con l'arrivo di Roberto Muzzi come attaccante affianco a Oliveira e Dely Valdes. Sfumata una seconda qualificazione consecutiva in Coppa Uefa, Tabarez accetta l'ingaggio del Milan, dove amaramente farà una esperienza di poche settimane. Al suo posto, appena rientrato in Italia, arriva Giovanni Trapattoni.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda