In onore di Lao

Il documentario, privo di commenti parlati, riprende quasi interamente un concerto nella cattedrale di Iglesias di musiche di Lao Silesu e altri autori. Ad esibirsi è un trio (pianoforte, violino e violoncello), davanti ad un pubblico più volte inquadrato, tra cui si intravedono diverse personalità della vita politica regionale degli anni Ottanta. In diversi momenti del filmato le riprese si spostano, con delle brevi sequenze, su alcuni siti della Sardegna sud-orientale, come il tempio di Antas a Fluminimaggiore, il faraglione di Pan di Zucchero davanti alle coste di Masua e altri luoghi. Sul finire del documentario, le sequenze di esterni si fanno più lunghe.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda