Giovannino

Giovannino De Checchi è figlio di un muratore sardo emigrato da Tissi (vicino a Sassari) a Centocelle, nella periferia romana. In Sardegna faceva il pastorello, ora a Roma Giovannino fa il posteggiatore e porta ogni giorno a casa un po' di soldi per aiutare la famiglia numerosa (sette fratelli). Giuseppe Dessì lo incontra per le vie di Roma e dialoga con il bambino che risponde alle domande dello scrittore sardo con il dialetto romanesco. Centocelle è un posto pieno di bambini, ma Giovannino, che pure è sempre solo, non è mai triste e si porta dentro - commenta Dessì - il silenzio della propria isola. Il documentario alterna immagini di Tissi e della Gallura con la periferia urbana di Roma. Quest'ultime sono accompagnate dai rumori del traffico urbano, al contrario delle immagini dell'isola, che sono immerse nel silenzio della solitudine.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda