Famiglia Infanti

Piero è pronto per la colazione e sale al piano di sopra, dove il padre sta già mangiando. La tv trasmette il cartone animato Eidi. Dopo aver salutato, il giovane intavola un dialogo con l'uomo oramai settantenne. Il ragazzo lamenta il fatto che il padre guardi la TV sino a tarda notte non lasciandolo dormire. L'uomo racconta d'aver visto un film entusiasmante con James  Stewart. Piero sostiene che sarebbe preferibile che lui uscisse la sera e facesse una chiacchierata con gli amici. Il padre, tuttavia, si dimostra convinto del suo stile di vita. Il giovane cambia argomento. La bolletta del telefono, dice, è troppo salita. Nell'ultima arrivata, infatti, i consumi hanno raggiunto le 700.000 lire. Sottoposto ad un interrogatorio da parte del figlio, il padre tergiversa. Prima d'uscire di casa, Piero raccomanda all'anziano uomo di farsi trovare pronto alle 9:45 per andare insieme dal medico. Appurato che il ragazzo è uscito di casa, il padre comincia a telefonare cercando la famiglia Infanti. I suoi tentativi si dimostrano però tutti fallimentari. Dapprima chiama la casa dello studente, poi telefona in Francia dove risponde una donna con la quale imbastisce una breve conversazione, chiama New York, poi il numero privato di una prostituta. Ogni volta chiede della famiglia Infanti. Alle ore 9:40 circa, l'uomo va a prepararsi per l'appuntamento con il medico. Giunto Piero, mentre i due stanno scendendo la scala, il telefono squilla. Piero risponde: un'anziana signora cerca la famiglia Gentile. Il ragazzo le dice d'aver sbagliato numero. La donna fa un altro tentativo e attende in linea.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda