I bambini sardi e il calcio

In Sardegna vi sono pochi spazi dedicati all'esperienza del gioco. Tuttavia l'assenza di strutture più che ostacolo è divenuto stimolo per praticare questa attività. Così il documentario si apre con le inquadrature di un bambino sardo che gioca a pallone in spiaggia. Il filmato alterna servizi dedicati ai bambini dell'isola con immagini tratte da Sonos ‘e memoria, Il Figlio di Bakunin, un'intervista a Gavino Ledda, autore del libro Padre padrone, da cui è tratto il soggetto dell'omonimo film. Il video è costruito sul continuo confronto tra l'esperienza di Gavino bambino con quella dei bambini sardi del 2000. L'intervista al sindaco di Cagliari, Mariano Delogu, svela l'insufficienza del numero dei campi da gioco nel capoluogo sardo, sebbene lo sport abbia un alto valore educativo e sociale. L'entusiasmo dei bambini per quest'attività è infatti lo stesso dell'anno 1970, quando il Cagliari vinse lo scudetto. L'evento portò il tripudio nella città, nonostante la totale assenza di giocatori sardi nella squadra.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda