Grandu festa (Hai Superman alle spalle)

Il videoclip inizia con una breve fiction in cui due giovani ben vestiti arrivano su un'auto in una zona militare NATO segreta (cioè segnalato dal commento dei sottotitoli). Un soldato che parla inglese prende visione di un foglio esibito dai due e li lascia entrare. La macchina da presa inquadra la targa dell'automobile sulla quale è scritto "Dj Nike". Al fianco, la sigla della provincia di Cagliari. Scesi dall'auto, gli uomini entrano all'interno di uno stabile. In mano hanno due valigette. Essi incontrano delle persone, ma non danno loro importanza. Giunti di fronte ad una serranda, attendono che questa venga aperta. Nel mentre, qualcuno dall'interno li guarda attraverso una telecamera. Essa offre immagini in bianco e nero. Introdottisi nel caseggiato, i due esibiscono un foglio recante un simbolo, e vengono fatti passare. Dentro la struttura, dove una giovane bionda lavora al computer senza farsi disturbare dalle nuove presenze, uno degli uomini apre una valigetta. Immagini digitali segnalano dapprima il contenuto di un disco, poi le riprese satellitari dell'Europa, della Sardegna, della regione sud-occidentale dell'isola. La scritta "Da qualche parte in Sardegna" introduce l'inizio vero e proprio della musica. In una fattoria ospitante differenti specie di animali, un membro della band Sa Razza interpreta una canzone rap nelle lingue sarda e italiana. Alcune ragazze vestono l'abito tradizionale, altre si muovono con ritmi latino-americani. La canzone inneggia alla festa. La seconda parte del videoclip si svolge in un'ambientazione diversa: il litorale marino di Chia - Masua, dove un'altro componente della band continua la performance cantando la spiaggia, il mare, il surf e il sole. Intanto le sequenze mostrano due scritte degli sconvolts, i balli e, come dice la canzone i "cin cin in pista". L'ultima parte del video, cantata dal terzo membro dei Sa Razza, vede l'esibizione dei brakers e degli skaters. Dopo l'apoteosi della festa e del rap vengono mostrate alcune fotografie, una delle quali in bianco e nero. Il film porta a conclusione la fiction iniziale. I due uomini, chiusa la valigetta, vanno via. Ma non sono soli: Superman, alle loro spalle, li supera velocemente.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda