La danza dei coltelli

Il film racconta il lavoro di preparazione di alcuni piatti nelle cucine di un ristorante. Il punto di vista è quello degli strumenti che si utilizzano per tagliare e cuocere e non di chi cucina. Le mani dei cuochi lavorano freneticamente adoperando vari tipi di coltelli e affettatrici, aprendo frigoriferi, lavorando sulle piastre calde e battendo scontrini. Mani e lame sono così vicini ed è tale il ritmo incalzante del montaggio del cortometraggio che, da un momento all'altro, sembra debba accadere un incidente. Alla fine della "danza dei coltelli", quello che resta è cibo che decora un piatto.

Iniziativa a cura del Centro di Servizi Culturali SocietÓ Umanitaria - Cineteca Sarda